FSEast 2022



"Il successo non è definitivo, il fallimento non è fatale: è il coraggio di continuare che conta."

La gara di FSEast tenutasi dal 7 al 13 agosto all’Hungaroring, non è stata semplice, i Team rivali erano a livelli davvero altissimi e gareggiare insieme a loro è stato fantastico e motivante, ma anche molto difficile. Ogni squadra al circuito aveva i propri pit, si respirava aria di pura competizione.

Le giornate, tra ore piccole e sveglie alle 6 aiutate dalla musica a tutto volume dei nostri vicini di campeggio, caffè espresso molto lunghi, sonnellini in giro per il circuito, sono passate così veloci da non renderci conto che in un attimo era tutto finito.

I primi due giorni le nostre vetture Kinzica (CV) e Kerub-EVO (DV) hanno affrontato, come di consueto, tutte le tech, svolte con il capo scrutinatore e superate senza troppe difficoltà.

Si sono poi svolte le prove di Business Plan e Cost Report e i nostri ragazzi hanno ottenuto rispettivamente per la categoria Combustion l'8° e il 6° posto su 20, mentre per la categoria Driverless un 19° posto e un 6° su 22.

Anche il Design, nonostante la competizione altissima, ci ha soddisfatti. I giudici si sono mostrati davvero entusiasti, soprattutto per la vettura Driverless, e non ci sono mancati feedback molto positivi.

Nella classifica Overall degli eventi statici ci siamo posizionati al 10° posto su 20 per Kinzica e un 16° su 22 per Kerub-EVO.

È andata un po’ diversamente per le prove dinamiche…

La vettura Driverless, nonostante a Varano sia stata costretta a interrompere la gara per alcune problematiche, è riuscita ad affrontare tutte le prove.

Per la prima volta ha superato l’Autonomous Inspection secondo i requisiti richiesti dal regolamento FSG. L’EBS test, che si è tenuto su un percorso in salita, nonostante avessimo l’unica vettura driverless con motore a combustione, è stato ultimato senza intoppi e così anche l’Acceleration. Per lo Skidpad, invece, non c’è stato tempo.

Questa volta il percorso è stato più tortuoso per Kinzica, che ha avuto diversi problemi durante il Brake test e, purtroppo, anche durante l’Endurance. Bene invece Skidpad e Autocross.

Per tutti i risultati, potete consultare questo link.

Dopo questa gara rientriamo a cuore un po’ meno leggero, ma consapevoli del percorso che dobbiamo fare per migliorare.

Perché in fondo “si tratta di capire” e noi, un passo per volta, stiamo capendo e imparando.

Ora ci aspetta la Spagna!

ELvira Rufolo, PR Department
E-Team Squadra Corse