INTERVISTATO: PAOLO GIANNOTTI

  • Conoscevi già la Formula SAE e l’E-Team prima di fare questa esperienza?

Non conoscevo il mondo della Formula SAE, ma avevo sentito parlare dell’E-Team Squadra Corse. Ho però aspettato di finire la triennale, prima di entrare.

 

  • Quanto tempo sei rimasto in squadra?

Mi sono iscritto ad aprile del 2015 e sono rimasto in squadra fino alla scorsa stagione.

 

  • Quale o quali ruoli hai svolto?

Ho iniziato stendendo un manuale di montaggio della macchina Kerub per i ragazzi del settore di Business Plan e poi sono diventato subito team leader. Nessuno voleva l’incarico e io ero l’unico ad avere la giusta esperienza professionale e quindi ero il candidato ideale.

Nella stagione 2017/18, invece, ho partecipato come Consultant.

 

  • Cosa ricordi con maggior nostalgia?

Il lavoro di squadra è sicuramente la cosa che mi manca di più, poiché un ambiente come quello dell’E-Team Squadra Corse è davvero difficile da ritrovare…

 

  • Quale momento preferivi nel corso di una stagione?

L’accensione, le ruote che girano, la prima messa su strada…

 

  • Descrivi i momenti più tragici e più belli che hai dovuto affrontare…

L’esperienza da team leader è stato tutto questo messo insieme… all’inizio ho dovuto affrontare un bel po’ di difficoltà dovute alle poche conoscenze del mondo della Formula SAE. Tuttavia, posso dire con orgoglio, che la mia è stata una stagione più che dignitosa. Abbiamo infatti portato a casa un bel primo posto nella prova di Business Plan sia in Italia che in Ungheria e un soddisfacente secondo posto al Cost Event.

È stato l’anno in cui la macchina è stata costruita completamente da zero e in cui abbiamo messo a punto il motore che ancora oggi viene utilizzato.

 

  • Hai qualche aneddoto da raccontare?

Non so se è proprio un aneddoto… ma vorrei dire che il prof Guiggiani è ancora lo spirito guida della squadra!

 

  • Cosa fai oggi?

Lavoro in Toro Rosso come Project Manager. Sono nell’ambito della produzione e ho quindi a che fare sia col tecnico che con il processo in sé.

 

  • Quanto pensi sia stata importante per te l’esperienza nell’E-Team sia a livello personale che professionale e perché?

Questa esperienza ha sicuramente influito molto sul colloquio con Toro Rosso, che mi ha contattato su LinkedIn dopo aver letto della mia partecipazione nell’E-Team e posso dire che gran parte della conversazione è avvenuta proprio su questo punto del mio curriculum.

La maggior parte dei candidati, che sono stati poi assunti con me, aveva avuto un’esperienza in Formula SAE.

 

  • C’è altro che vorresti aggiungere?

Consiglio davvero a tutti di entrare a far parte di una squadra di questo tipo: è davvero un’esperienza che ti cambia la vita!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi